Una nota dal fondatore



BACAS non riceve sovvenzioni, né ancora si é affidato a un gruppo di donatori. Al momento, non ha un consiglio amministrativo, né una dimora permanente. In breve, BACAS non ha ciò su cui altre organizzazioni confidano, per il successo e la sostenibilità. Quanto BACAS possiede è un nucleo di persone, ciascuna con la propria estesa comunità di talenti, e con una passione per la creazione di qualcosa di durevole. Mettendo in comunicazione una tale illimitata rete di persone si facilita il dialogo interdisciplinare e questo è in definitivo l’intento principale di BACAS.

È un privilegio quando ognuno può creare il proprio lavoro da solo, ma ha un incommensurabile valore quando quel lavoro prende corpo in concerto con altri. Durante la nostra vita, le persone entrano ed escono dalle nostre esperienze, contribuendo a quel processo di raccolta della nostra conoscenza, e noi alla loro. Quanto è stato raccolto ha maggior valore della porzione individuale e inoltre andrebbe perduto se le parti non comunicassero. Ideare un percorso di condivisione, così che sia possibile la costruzione di una comunità creativa, è inestimabile.

Alla fine degli anni 90, invitai alcuni scrittori a “reagire” al mio lavoro, in modo che potessi comprendere meglio cosa stavo facendo nel mio studio, attraverso il filtro della loro esperienza. Nel 2001, mi imbattei nella poesia di Denver Butson, lo invitai a sedere nel mio studio e scrivere in presenza del mio lavoro. Questa esperienza portò alla stesura del libro bloodworks e a ottenere un premio dal NYFA (New York Foundations for the Art), nella categoria Collaborative Book Project, e ad invitare Buston a contribuire le sue poesie alla mostra che stavo curando e installando alla Certosa di San Lorenzo, una maestoso monastero risalente al tredicesimo secolo, nella medioevale cittàdina di Padula, nel Vallo di Diano. Butson si unì a me e scoprì il Vallo di Diano, in quella parte meno conosciuta d'Italia. Lavorammo per più di un mese nella Cappella Delle Donne, all’interno della Certosa, per preparare lo spazio e l'installazione. Mentre gli mostravo la mia terra natia, la sua luce, il cibo e le tradizioni, sognavamo di invitare altri artisti e scrittori a venire, perché vivessero la stessa esperienza.

Nel 2015, ho incontrato l'architetto Rossella Siani e l’ho invitata a partecipare a BACAS per sviluppare una progettazione di architettura e design.

Nel 2016, ho incontrato l'autrice Tiziana Rinaldi Castro a Brooklyn, come me nata e cresciuta nel Vallo di Diano e da tanti anni residente a New York. Tiziana ha partecipato alla fondazione del gruppo, potenziando tutte le aeree del progetto, dal creare una programmazione letteraria insieme a Butson, a costruire un solido ponte fra il Vallo e il mondo esterno.

Sono passati anni da quando Butson ed io condividemmo quella prima visione nel 2003 e finalmente, nel luglio del 2018 abbiamo lanciato BACAS, Borghi Antichi Culturali, Arti e Scienze. Butson è rimasto parte di BACAS e cofondatore dei programmi letterari durante il debutto e si è dimesso nell'autunno del 2018.

L'acclamato successo del nostro debutto è stato reso possibile dalle innumerevoli ore di lavoro profuse dal gruppo fondatore, da Gisella Macchiaroli, che gentilmente ha concesso che BACAS avesse come dimora per il suo esordio il Castello Macchiaroli, dai talentuosi artisti e dagli studiosi che vi hanno preso parte, e dalla generosità degli amici e delle nostre famiglie. Noi ci siamo stati onorati di contribuire con il nostro progetto al lontano originale sogno visionario che ebbe del castello Gaetano Macchiaroli, che così amorevolmente lo restaurò, perché potesse essere una casa per gli artisti. E di esservi riusciti con l'entusiastica presenza e con il supporto di sua moglie Ingeborg Hutt-Macchiaroli.

Se avete letto fin qui quanto scritto, GRAZIE.

Nell’ideare la programmazione del 2019 e guardando oltre, siamo eccitati di espandere la presenza di BACAS in nuovi luoghi all’interno del territorio e incrementare i nostri sforzi verso una sostenibilità a lungo termine.

Vi incoraggiamo ad aderire a BACAS e contribuire con le vostre idee, il lavoro o altre risorse per aiutarci a rafforzare la nostra comunità e raggiungere il nostro obiettivo a lungo termine.

Pietro Costa

Fondatore e Direttore esecutivo e creativo, gennaio 2019