eventi


 

Gli spazi maestosi del Castello Macchiaroli, sia all’aperto sia al chiuso, sono il contesto ideale per mostre, rappresentazioni, conversazioni, simposi, proiezioni di film e laboratori creativi. Gli interni, interamente restaurati, le torri di pietra che si affacciano sul Vallo di Diano e i cortili isolati e ombreggiati, rendono  il Castello il luogo ideale per il lavoro creativo di artisti e studiosi che necessitino di quiete e solitudine durante il giorno e che vogliano poi presentare il frutto del proprio lavoro ai loro ‘colleghi’ di sera.

Durante gli incontri, della durata di dieci giorni, che si terranno in concomitanza con le Residenze d'Artista, BACAS offre una rosa di eventi culturali con artisti e studiosi di fama internazionale, che mostreranno i loro lavori individuali e di gruppo negli spazi del castello, offrendo ai residenti, ai viaggiatori che partecipano ai nostri incontri e al pubblico, occasioni di immersione artistica pressoché irripetibili. 

 

Prossimi eventi:


Untitled-1.png
Untitled-2.png
Untitled-5.png

EnricoDini.jpg

Simposio sulla stampa 3D a grande scala per Architettura

con Enrico Dini, ingegnere, inventore e creatore.

sabato 7 luglio alle 11:00, Castello Macchiaroli

+ leggi di più

Enrico Dini è il fondatore di D-Shape. Dopo una carriera in ingegneria civile, ha deciso di dedicarsi allo sviluppo di stampanti per progetti tridimensionali su larga scala e robot su misura. Enrico ha ora un esteso portfolio nello sviluppo di nuove tecnologie robotiche, grazie al suo lavoro all’avanguardia nella manifattura digitale per costruzioni. Attualmente al lavoro su diversi progetti su commissione, Enrico è concentrato sul miglioramento di stampanti per progetti tridimensionali, oltre che sullo sviluppo di tecnologie in-sede per costruttori della scena mondiale.

Proiezione video dell’opera di Dini:

 
 

Studio 2111

Laboratorio di Architettura

Studio2111 con Fabrizio Caròla e associati

sabato 6 - martedì 16 luglio, tutti i giorni, Castello Macchiaroli

Architetti, studenti di architettura e appassionati della disciplina intraprenderanno la costruzione di una cupola disegnata con il compasso nubiano.

https://www.facebook.com/events/1747731081948216/

Info: Italiano | English | Français | Español

+ leggi di più

Studio2111 è lo studio di architettura di Fabrizio Caròla. Laureatosi presso la scuola Nazionale Superiore d’Architettura di Bruxelles “La Cambre”, nel 1972 Fabrizio Caròla comincia la sua formazione di architetto - costruttore. La sua esperienza africana lo porta a relazionarsi con il costruito dando grande attenzione ai materiali, all’economia e all’ambiente. Con la rielaborazione del compasso nubiano si affaccia a nuove frontiere, un’architettura nuova senza i limiti dell’ortogonalità gli apre il sipario di nuove conoscenze bioclimatiche e lo introduce alle forme zoomorfe. Attualmente lo studio è composto da architetti che, con diverse esperienze di progettazione e realizzazione, sia in Italia che all'estero, hanno acquisito padronanza della tecnica costruttiva e compositiva che caratterizza le opere di Fabrizio Carola.

Studio2111 è: Arch. Fabrizio Caròla, Arch. Luigi di Pietro, Arch. Stefania Vestuto, Arch. Luciano Ricigliano

Per qualsiasi domanda si prega di inviare una e-mail a carola.bacas@bacasitaly.org

Video associati:

 


PatternYourLifeVAHA.png

Pattern Your Life: Bando di Concorso

presentato da VAHA

Info: Italiano

+ Leggi di più

Dal tessuto urbano di Napoli alla finestra coreana, dalle dune del deserto ai voronoi, dalla voluta del capitello agli stilemi della secessione viennese, dalla mashrabiyya al labirinto della cattedrale di Chartres: queste sono alcuni dei riferimenti a cui si sono ispirati gli autori dei Pattern proposti da VAHA, il progetto di Rossella Siani. “Pattern Your Life” è il concorso che sta raccogliendo la creatività di numerosi progettisti, che sono chiamati a realizzare un pattern con le tecnologie della fabbricazione digitale. Stampante 3D, taglio laser, fresa: queste sono le macchine più impiegate nella realizzazione del progetto.

Il concorso fa parte di un percorso di ricerca e divulgazione sulle tecnologie della fabbricazione digitale e della progettazione algoritmica promossi dal progetto VAHA, un archivio digitale di esempi utili a chi voglia intraprendere un percorso di apprendimento e sperimentazione su queste tematiche.

Tutti i progetti hanno una dimensione di 12x12 cm, piccoli quadrati accostati l’uno all’altro a formare una composizione finale inattesa. Ogni quadrato è un’opera, ma l’insieme dei quadrati è essa stessa un’opera.

Tecnologia, architettura o arte? Cos’è l’insieme? Un’opera aperta in divenire? Un progetto collettivo?

BACAS ospiterà la mostra dal 6 al 16 luglio e la premiazione il giorno 7 luglio, tutto negli spazi del castello Macchiaroli di Teggiano (SA). Il concorso è ancora aperto, il bando e le novità sono disponibili sul sito www.vaha.it


Scrittori in cammino: letture con i nostri quattro scrittori-in-sede

venerdì 13 luglio alle 19:00 , Castello Macchiaroli

Una serata di letture con i nostri quattro scrittori-in-sede (un iconico scrittore americano a zonzo per Parigi; un saggista giamaicano sulle difficoltà e sulla gioia del camminare in America se si è neri; una scrittrice italiana che scopre una città ed il modo di elaborare il lutto, a New York; e un poeta americano che cammina per staccarsi dal mondo digitale quotidiano e riconnettersi ai ritmi essenziali del respiro e della poesia).

Durante l’incontro, gli autori leggeranno un breve brano ciascuno (in inglese con la traduzione italiana o in italiano con la traduzione in inglese).

+ leggi di più su Edmund White

Ad Edmund White è recentemente stato conferito il prestigioso premio alla carriera nella narrativa Americana PEN/Saul Bellow (PEN/Saul Bellow Award for Career Achievement in American Fiction); White è così entrato a far parte di quel pantheon che comprende i vincitori passati del premio Saul Bellow quali Phillip Roth, Don DeLillo, Cormac McCarthy, Toni Morrison, e Louise Erdrich. I giudici dell’edizione di quest’anno hanno lodato White per i suoi “libri onesti, magnificamente costruiti e fieramente sfacciati”. Tra le numerose opere di White si ricordano Un giovane americano (A Boy’s Own Story), La bella stanza è vuota (And The Room is Empty) e La sinfonia dell’addio (The Farewell Symphony). Ha scritto più di 25 romanzi, romanzi brevi e biografie, e ha curato diverse antologie. Ha insegnato scrittura creativa a Princeton e abita a New York.

+ leggi di più su Garnette Cadogan

Scrittore saggista, Cadogan è attualmente ricercatore esterno al Massachusetts Institute of Technology (MIT) e alla New York University, e svolge attività di ricerca presso l’Università della Virginia. Nel 2017, la rivista letteraria Freeman’s—Scrittori dal futuro l’ha nominato “uno dei 29 scrittori in tutto il mondo che rappresentano il futuro della scrittura contemporanea”.

+ leggi di più su Tiziana Rinaldi Castro

Originaria di Sala Consilina, uno dei diciotto paesi del Vallo di Diano, Tiziana Rinaldi Castro abita a New York dal 1984. È autrice di romanzi e racconti brevi, poetessa e docente di studi classici alla Montclair State University. Ha pubblicato tre romanzi in Italiano, Il lungo Ritorno (2001), Due cose amare e una dolce (2007), e Come della rosa (2017), una raccolta di poesie, Dai morti (1992) e diversi racconti brevi apparsi in antologie italiane e statunitensi. Tiziana ha appena completato la stesura del suo primo romanzo in lingua Inglese. È sposata, ha due figlie e abita a Brooklyn.

+ leggi di più su Denver Butson

Denver Butson ha pubblicato quattro raccolte di poesie, tra cui the sum of uncountable things (la somma delle cose non quantificabili) nel 2015 e pubblicherà un quinto volume, The Alibis of Scarecrows (Gli alibi degli spaventapasseri), nel corso del 2018. Più di cento delle sue poesie sono apparse su riviste letterarie e antologie di prestigio, tra cui The Yale Review e The Ontario Review. Denver presenta spesso le proprie poesie al programma Writer’s Almanac di National Public Radio, l’emittente culturale per eccellenza negli Stati Uniti, e ha al suo attivo prestigiose borse di studio e nomine a premi letterari. Come poeta, collabora spesso con musicisti, pittori, scultori, registi, attori e altri artisti nel tentativo di accorciare le distanze tra le diverse discipline artistiche: per lui, relegare le poesie tra le pagine di un taccuino equivale a limitarne le capacità espressive. Denver ha insegnato letteratura e scrittura creativa a vari livelli di pubblica istruzione oltre che attraverso la sua attività individuale Writer’s Writing; ha inoltre curato mostre d’arte, letture pubbliche e simposi ed è stato direttore creativo di ONLUS nel settore artistico. Abita a Brooklyn con la sua famiglia.


colombati.jpg

"Immaginare è conoscersi": seminario di scrittura creativa della scuola di scrittura Molly Bloom con lo scrittore Leonardo Colombati

12 & 13 luglio, dalle 9:00 alle 17:00
14 luglio, dalle 9:00 alle 13:00, Castello Macchiaroli

+ leggi di più

Leonardo Colombati è nato a Roma nel 1970. Ha pubblicato i romanzi Perceber (Sironi 2005; Fandango 2010), Rio (Rizzoli 2007), Il re (Mondadori 2009), 1960 (Mondadori 2014) ed Estate (Mondadori 2018). Ha curato i volumi Bruce Springsteen: Come un killer sotto il sole. Il Grande romanzo Americano (Sironi 2007), La canzone italiana 1861-2011. Storia e testi (Mondadori-Ricordi 2011) e Bruce Springsteen: Like a Killer in the Sun. Selected Lyrics 1972-2017 (BackBeat Books 2017). Direttore della rivista “Nuovi Argomenti”, nel 2016 ha fondato con Emanuele Trevi la scuola di scrittura creativa Molly Bloom.

Il programma in dettaglio.

https://www.mollybloom.it/ Facebook Instagram

Per qualsiasi domanda si prega di inviare una e-mail a colombati.bacas@bacasitaly.org


Presentazione del Libro, Lettura, e Performance
Trattato di Anatomia Emozionale
con Andrea Pennisi e Virginia Caldarella

sabado 7 luglio alle 19:00, Castello Macchiaroli

+ leggi di più su Andrea Pennisi

Editore, produttore, scrittore, direttore artistico, performer, musicista rumorista, dj/vj, video artista e provocatore artistico.

Editore e fondatore di "Lapis" (1990/2010), segnali di suoni e visioni in Sicilia, dal 2010 a oggi è on line. Con "Lapis", ha pubblicato e scritto su: "Il Male", edizione straordinaria della storica testata di satira politica diretta da Lillo Venezia, "Il Foglione" ideato da Totò Calì, la collana Lapislazzuli – saggi tosti e fumetti, Chef, Osti & Ristori segnali di gola in Sicilia.

Direttore artistico della Festa di Lapis dal 1992 al 2010, festival dell’omonima testata, parallelamente ha organizzato Improvised Sicilian, tour rassegna internazionale di musica d’improvvisazione, Altro Giezz – le musiche possibili - festival itinerante di arti contemporanee, Dutch Sicilian Connection, festival di musica contemporanea olandese, la sezione Musiche di Ringaperto al Teatro Club Nando Greco, Improring e Lo Schiaffo del Sold-Out, rassegna e festival di Improvvisatore Involontario.

Dal 2001 produce A.B.SO.LUT.I.ON, installazione di Alessandro Arena commissionata da Absolut Vodka, Sozema e Temps Rèel con il danzatore butoh Moh Aroussi, Metamorphosis teatro danza di Elena Sgarlata a Taormina Arte 2008, La Parola è Supposta, installazione di suoni, parole e immagini di Lapsus & Nutype.

Musicista autodidatta, nel 2004 fonda la band Ute Puta dove suona la tromba. Dal 2005 si dedica alla rumoristica sonorizzando Sozema e Temps Rèel, pièce butoh di Moh Aroussi, Metamorphosis di Elena Sgarlata a Taormina Arte 2008.

Appassionato di musiche possibili e dell’interazione tra musica e immagine, dal 2010 con il nome di Vj Lapsus crea il format Visionaria Lapsus Selection. La sua installazione audiovisiva interattiva «L’Acqua è mia» è esposta al Palazzo Platamone di Catania. Crea musiche e luci della performance di danza aerea “Serpentine” di Annalusi Rapicavoli. È ideatore e autore, insieme a Dario Aiello ‘Blatta’, del format La Parola è Supposta, che unisce musicisti, scrittori e artisti visuali.

Attualmente è co-leader dei progetti Marco Cappelli & Vj Lapsus Ricercari & Improvisations, Brex & Lapsus dada unser, ideatore di Pulp Music Cine Show, vj resident del Rara Festival, Rigenera Fest e nei live di Italian Surf Academy, Cristina Russo Soul Combo, Babil On Suite, Improvvisatore Involontario….

+ leggi di più su Virginia Caldarella

È una giovane illustratrice catanese residente a Bologna, formata tra l’Accademia di Belle Arti di Catania, l’Accademia di Belle Arti di Bologna e la Facultad de Bellas Artes di Valencia.

Partecipa a diverse collettive fotografiche a Bologna tra cui “Food Vision” presso l’Urban Center di Bologna, e la collettiva “StArters” organizzata da giovani artisti.

Nel 2012 collabora con il regista Maurizio Finotto ai progetti “Terreferme” promosso dal MiBACT e alla realizzazione ai film d’arte “Cucchi a passo uno” sui lavori di Enzo Cucchi e “DisinCantoIconico” sul lavoro di Luigi Ontani.

Nel 2013 lavora come montatrice video presso l’Antoniano di Bologna, per la realizzazione dei video per lo “Zecchino d’Oro” e come assistente al montaggio di Paolo Marzoni per Maxman coop, Arancia Film e Cineteca di Bologna per la realizzazione di cortometraggi e lungometraggi.

Nel 2015 partecipa al Festival del Libro d’Artista e della piccola edizione a Barcellona, organizzata da “Fare Libri” di Elisa Pellacani.

Nel 2017 presenta insieme ad Andrea Pennisi e Marco Cappelli, l’anteprima del progetto “Trattato di Anatomia Emozionale” all’interno della rassegna “The Stones @Drawing Center: Music and Visual", organizzata da John Zorn presso il The Drawing Center di New York

Dal 2014 collabora con i “Turisti Per Caso”, come operatrice e montatrice video ufficiale, per la realizzazione di web series e produzioni televisive.

Video associati:

 


Incontro: Materia e Immagine nell'Arte Contemporanea
Qual è stato il linguaggio dell’arte? Come è cambiato? L’arte contemporanea è lo stato attuale di una progressione storica della narrativa visuale di concetti e di idee iniziata con i graffiti preistorici. Cosa si è guadagnato e perduto e cosa è cambiato? Che cosa limita la comprensione dell’espressione artistica?

Conversazione moderata da Pietro Costa con Karen J Revis, Arturo Ianniello e Grace Morgan.

domenica 8 luglio alle 19:00, Castello Macchiaroli

+ leggi di più su Karen J Revis

Karen J. Revis è pittrice, incisora e artigiana della carta, abita e lavora a New York. È rappresentata dalla Sears Peyton Gallery a New York, da Kaller Fine Art a Washington D.C., e da Weber Fine Art, in Greenwich, nel Connecticut. Ha completato residenze d’artista presso Pyramid Atlantic, Henry Street Settlement e the Women’s Studio, dove è recentemente entrata a far parte del consiglio di amministrazione. Karen ha conseguito una laurea in Belle Arti presso l’Istituto Pratt. Le sue opere sono apparse in The Art of Encaustic Painting: Contemporary Expression in the Ancient Medium of Pigmented Wax (L’arte dell’encausto: espressione contemporanea dell’antica tecnica della pittura a cera pigmentata) di Joanne Mattera, e fanno parte di collezioni pubbliche e private.

+ leggi di più su Arturo Ianniello

Arturo Ianniello è uno scultore originario di Teggiano, e le sue opere sono vere e proprie “pitture a metallo”. Per le sue sculture, Arturo utilizza infatti metalli riciclati, che recupera da fucine in disuso, fattorie abbandonate e depositi di rifiuti industriali nell’area del vallo di Diano. Ha esposto le proprie opere in gallerie di tutta Italia, mentre all’estero, ha fatto mostre alla galleria Zekevic di Belgrado e alla galleria Bosi di New York. Abita e lavora a Teggiano.

+ Leggi di più su Grace Morgan

Grace Morgan è una fotografa di Brooklyn, NY. Ha iniziato a fotografare street art durante una lunga camminata a Oaxaca, e da allora è alla continua ricerca fotografica di interpretazioni di “arte di strada” in città di tutto il mondo, tra cui Berlino, Beirut, Cartagena (Colombia), Cagliari, Milano e San Francisco. Percorrere le città in cui viaggia a piedi le ha permesso di scorgere in queste forme di arte urbana una potenza comunicativa e riflessiva allo stesso tempo. Ha esposto le sue opere alla galleria d’arte Vespa Projects Gallery a Brooklyn, NY. Sul suo sito sono disponibili stampe di grandi dimensioni delle sue fotografie e i suoi libri si possono acquistare cliccando sui rispettivi link: gracemorganprint.com

+ Leggi di più su Pietro Costa

Nato a Sant’Arsenio, uno dei diciotto paesi che costituiscono il Vallo di Diano, Pietro è emigrato a New York con la sua famiglia nel 1972. Ha iniziato la sua carriera d’artista nel 1978, partecipando a mostre di gruppo e personali in America e in Italia: il Guggenheim vanta, nella sua collezione, alcune delle opere di Costa. Tra il 1982 e il 1996, Pietro ha collaborato con numerosi artisti e curatori al museo Guggenheim nell’allestimento e curatela di centinaia di mostre in tutto il mondo. Ha anche partecipato in prima persona alla realizzazione del Guggenheim Soho e del Guggenheim di Bilbao. Ha assistito lo scultore Richard Serra per tre anni nella produzione, progettazione ed esposizione dei suoi lavori su larga scala. Nel 2003 e nel 2006 ha presentato le sue opere alla Certosa di San Lorenzo a Padula e, sempre nel 2003, ha fondato Luquer Street Projects, una nonprofit volta alla promozione di attività artistiche interdisciplinari, progetto che ha gettato le basi per la fondazione di BACAS.


MarcoCapeli Event.png

PSYCHOPLUM

con i nostri musicisti-in-sede: Marco Cappelli Acustic Trio and Daniele Del Monaco.

mercoledi 11 luglio alle 20:00, Castello Macchiaroli

+ Leggi di più su Marco Cappelli Acoustic Trio

Marco Cappelli Acoustic Trio Marco Cappelli (guitar), Ken Filiano (bass), Satoshi Takeishi (percussion)

Il Marco Cappelli Acoustic Trio nasce con l'intento di esplorare il suono "cameristico" della chitarra classica preparata di Marco Cappelli in combinazione con il poderoso contrabasso di Ken Filiano e le particolarissime percussioni di Satoshi Takeishi. Nato nell'estate del 2009 a New York durante una residenza presso il famoso club di Brooklyn "Barbes", il Trio è formato da tre musicisti tra i più attivi improvvisatori della scena musicale newyorkese, ed ha rapidamente guadagnato una solida reputazione suonando presso storici luoghi dell' avanguardia musicale della Grande Mela, come appunto il Barbes, il Brecht Forum, Roulette ed il famoso Stone (diretto da John Zorn), nonchè presso teatri più "istituzionali" , quali l'Auditorium del Mannes College. Nel 2011 il Marco Cappelli Acoustic Trio effettua il suo primo tour Europeo, presentando il proprio primo lavoro discografico "Les Nuages en France" (Mode Records, 2011), dedicato ai personaggi della scrittrice francese Fred Vargas. Un secondo tour europeo ha luogo nell'inverno del 2013, culminando a Milano presso le Officine Meccaniche di Mauro Pagani, con la registrazione delle musiche ispirate dai personaggi inventati dallo scrittore Maurizio de Giovanni (Einaudi) ed alla poetica figura del Commissario Ricciardi, un poliziotto outsider che opera nella Napoli degli anni '30 sotto il regime fascist; nasce così "Le Stagioni del Commissario Ricciardi" (Tzadik, 2013). La pubblicazione da parte della prestigiosa etichetta discografica Tzadik diretta da John Zorn, riscuote immediatamente un grande successo di critica: ottimamente ricevuto sia in Italia che all' estero, l'ultimo cd del Marco Cappelli Acoustic Trio riceve "four stars" dalla prestigiosa rivista DownBeat, che ne esalta gli "actractive themes and hooky grooves", nonchè la "cinematica, quasi sinistra qualità di questa musica" dedicata al mondo del "noir". Successivamente il gruppo porta per la prima volta in teatro il popolare personaggio del Commissario Ricciardi, con la SONATA PER IL COMMISSARIO RICCIARDI, da un racconto di Maurizio De Giovanni, in collaborazione con l'attore Andrea Renzi e la politastierista Shoko Nagai: prodotto dal Teatro Garibaldi di Palermo, il lavoro ha debuttato al Napoli Teatro Festival 2015. Attualmente il Marco Cappelli Acoustic Trio lavora ad una nuova produzione questa volta dedicata allo scrittore noir norvegese Jo Nesbo, in collaborazione con il pluri-osannato clarinettista Oscar Noriega (Tim Berne, Jim Black, Chris Speed…) ed il musicista elettronico DJ Olive. Contemporaneamente collabora con il compositore Daniele Del Monaco a due suoi progetti: PSYCHOPLUM! e THE ZONE (quest’ ultimo con la cantante Fay Victor ed il chitarrista Marc Ribot).

+ Leggi di più su Marco Cappelli

Marco Cappelli è ormai da anni protagonista di un singolare percorso artistico che, dopo studi accademici di ottime referenze (Conservatorio di S. Cecilia di Roma e successivamente Musik Akademie di Basilea con Oscar Ghiglia), lo vede passare con disinvoltura dall'esecuzione della scrittura musicale più rigorosa alla pratica dell'improvvisazione. Dalla rosa delle sue collaborazioni (Anthony Coleman, Michel Godard, Butch Morris, Mauro Pagani, Jim Pugliese, Enrico Rava, Marc Ribot, Adam Rudolph, Elliott Sharp, Giovanni Sollima, Markus Stockhausen, Cristina Zavalloni ...) emerge il respiro internazionale e trasversale della sua attività concertistica: è difatti regolarmente ospite sia in stagioni concertistiche di musica classica e contemporanea che in festival di jazz e di improvvisazione, tanto come solista che in diverse combinazioni di ensemble. ?Incide per l'etichetta americana Mode Records, che nel 2013 si appresta a pubblicare il sesto cd a suo nome.

+ Leggi di più su Ken Filiano

Attivo dai primi anni '80, il contrabassista Ken Filiano ha dato il suo contributo a dozzine di albums, la maggior parte dei quali vanno sotto l'etichetta di "jazz creativo", dal post-bop alla free improvisation. Impegnato attivamente nella didattica, ha insegnato presso l'University of New Mexico (Albuquerque), la New York State University (Buffalo), la UCLA, e la Rutgers University. Nel 2002 Filiano ha realizzato il suo primo cd come leader per Clean Feed, dal titolo Subvenire, seguito da Dreams from a Clown Carin quartetto con i sassofonisti Tony Malabye Michaël Attias ed il batterista Michael T.A. Thompson. Tra le sue innumerevoli collaborazioni merita particolare menzione il suo recente ingresso nell'ultimo quartetto guidato da Anthony Braxton.

+ Leggi di più su Satoshi Takeishi

Batterista, percussionista e arrangiatore Satoshi Takeishi è nato a Mito, Giappone. Ha studiato presso il Berkley College of Music di Boston, USA. Dopo gli studi, interessato alla musica sud-americana ha vissuto per 10 anni in Colombia, dove ha suonato con i più importanti musicisti del paese. Attualmente continua la sua esplorazione multiculturale, spaziando dall'elettronica ad un particolarissimo set di percussioni da lui stesso approntato: vive e lavora a New York, dove è tra i più richiesti improvvisatori della della ricchissima scena musicale della Grande Mela.

+ Leggi di più su Daniele Del Monaco

Compositore e tastierista, è nato a Roma nel 1977. È autore di musica da camera, sinfonica, teatro musicale, musica per teatro, elettronica, elettroacustica, opere multimediali, musica per audiovisivi, canzoni, installazioni interattive. È anche attivo come interprete, improvvisatore, insegnante, produttore, band-leader ed organizzatore. Collabora con direttori artistici, istituzioni, ensemble, autori e interpreti di tutto il mondo. La sua musica è stata eseguita in festival nazionali ed internazionali, trasmessa via radio e in televisione, pubblicata da case editrici ed è conosciuta sia in ambiti accademici che extra-accademici. Nel 2007 inizia l’attività di produttore indipendente grazie alla collaborazione con musicisti classici, improvvisatori ed artisti di ambito sperimentale. Le opere di maggior respiro eseguite pubblicamente: Guernica, 2007; Simurgh, 2007 (con Flavio Albanese); Prove di fuga dalla terra, 2008 (con Salvo Piro); Psicosusina Turboaccelerata 2013; Caligola, 2014 (con Vania Castelfranchi); The Zone, 2014 (con Blixa Bargeld e Theodosii Spassov). Per la maggiorparte di esse ha scritto anche il libretto. Ha collaborato, o collabora, con musicisti e artisti di varia natura tra cui Flavio Albanese, Alea Nova, Marco Ariano, Tom Arthurs, Blixa Bargeld, Roberto Bellatalla, Ljuba Bergamelli, Andrea Biagioli, Gustavo Brinholi, Matteo Capogna, Marco Cappelli, Vania Castelfranchi, Anna Clementi, Gabriele Coen , Massimo Coen, Stefano Cogolo, Eugenio Colombo, Vocalia Consort, Bert Cornelis, Francesco Cusa, Errico De Fabritiis, Rocco De Rose, Zeno De Rossi, Barbara Di Lieto, Diaspora, Ken Filiano, Avrham Fever, FACha Quartet, Freon, Oliviero Giorgiutti, Giovanni Guaccero, Maura Guerrera, Yotam Haber, Quartetto Harmos , Roberto Herlitzka, Incanto, Nicholas Isherwood, Pape Kanoute, JT Lewis, Armando Lôbo , Fabio Maestri, Mark Malkovitch, Paolo Marchettini, Sabina Mayer, Sylvia Maynger, Luca Mereu, Giona Messina, Josè Mobilia, Claudio Montuori, Sandro Naglia, Sena Ndiaye, Alipio Neto, Nublast, Økapi, Benny Penazzi, Salvo Piro, Raiz, Ready Made Ensemble, Susanna Rigacci, Adam Rudolph, Gianluca Ruggeri, Sandro Satta, Alessandro Sbordoni, Giancarlo Schiaffini, Francesco Snoriguzzi, Theodosii Spassov, SPMT, Tabala, Satoshi Takeishi, Stomu Takeishi, Gianfranco Tedeschi, Pamela Toscano, VoxNova, Aldo Vio, Stefano Zorzanello, etc. È autore di testi drammaturgici, poetici, teorici, piccoli saggi, articoli critici, polemici, satirici e pensieri vari. Ha svolto attività didattica presso la Scuola Popolare di Musica del Testaccio. È membro di Nuova Consonanza, del collettivo internazionale Diaspora e si occupa della direzione musicale e artistica di LCP.

+ Leggi di più sull'evento

PSYCHOPLUM! è un'opera multimediale composta da Daniele Del Monaco (geniale compositore e tastierista Italiano) per un quartetto formato dal Marco Cappelli Acoustic Trio (con Marco Cappelli, chitarra - Ken Filiano, contrabasso e Satoshi Takeishi, percussioni) più Del Monaco alle tastiere.

La complessità della partitura , così come la tecnologia multimediale prevista, rendono indispensabile, per portare il progetto a compimento, un intenso ritiro di studio: per questo siamo onorati di essere stati prescelti da BACAS 2018 come musicisti-in-sede al Castello Macchiaroli di Teggiano.

Una prima esecuzione di PSYCHOPLUM! sarà data in Luglio al Castello Macchiaroli a conclusione della residenza artistica, mentre un debutto ufficiale è programmato per il mese di Settembre 2108 a New York.

Leggi il programma quiDate da confermare.

Video associati:

Qui si possono ascoltare/guardare tre brevi video promozionali realizzati  a New York lo scorso Febbraio, dai quali si evince l'unicità dell'esperienza artistica proposta da PSYCHOPLUM! combinando musica dal vivo e videoart:

 
 

Altri eventi saranno annunciati prossimamente.