2018 artisti-in-sede


 
 
Edmund White by Kathryn Hamilton 2.JPG

Edmund White

Ad Edmund White è recentemente stato conferito il prestigioso premio alla carriera nella narrativa Americana PEN/Saul Bellow  (PEN/Saul Bellow Award for Career Achievement in American Fiction); White è così entrato a far parte di quel pantheon che comprende i vincitori passati del premio Saul Bellow quali Phillip Roth, Don DeLillo, Cormac McCarthy, Toni Morrison, e Louise Erdrich. I giudici dell’edizione di quest’anno hanno lodato White per i suoi “libri onesti, magnificamente costruiti e fieramente sfacciati”. Tra le numerose opere di White si ricordano Un giovane americano (A Boy’s Own Story), La bella stanza è vuota (And The Room is Empty) e La sinfonia dell’addio (The Farewell Symphony). Ha scritto più di 25 romanzi, romanzi brevi e biografie, e ha curato diverse antologie. Ha insegnato scrittura creativa a Princeton e abita a New York.

 
 
 
 Photo: Francesco Lanza

Photo: Francesco Lanza

Garnette Cadogan

Scrittore e saggista, Cadogan è attualmente ricercatore esterno al Massachusetts Institute of Technology (MIT)  e alla New York University, e svolge attività di ricerca presso l’Università della Virginia. Nel 2017, la rivista letteraria Freeman’s—Scrittori dal futuro l’ha nominato “uno dei 29 scrittori in tutto il mondo che rappresentano il futuro della scrittura contemporanea”.

 
 
 
Homepage.012.jpeg

Karen J. Revis

Karen J. Revis è pittrice, incisora e artigiana della carta, abita e lavora a New York. È rappresentata dalla Sears Peyton Gallery a New York, da Kaller Fine Art a Washington D.C., e da Weber Fine Art, in Greenwich, nel Connecticut. Ha completato residenze d’artista presso Pyramid Atlantic, Henry Street Settlement e the Women’s Studio, dove è recentemente entrata a far parte del consiglio di amministrazione. Karen ha conseguito una laurea in Belle Arti presso l’Istituto Pratt. Le sue opere sono apparse in The Art of Encaustic Painting: Contemporary Expression in the Ancient Medium of Pigmented Wax (L’arte dell’encausto: espressione contemporanea dell’antica tecnica della pittura a cera pigmentata) di Joanne Mattera, e fanno parte di collezioni pubbliche e private.

 
 
 
arturo.JPG

Arturo Ianniello

Arturo Ianniello è uno scultore originario di Teggiano, e le sue opere sono vere e proprie “pitture a metallo”. Per le sue sculture, Arturo utilizza infatti metalli riciclati, che recupera da fucine in disuso, fattorie abbandonate e depositi di rifiuti industriali nell’area del vallo di Diano. Ha esposto le proprie opere in gallerie di tutta Italia, mentre all’estero, ha fatto mostre alla galleria Zekevic di Belgrado e alla galleria Bosi di New York. Abita e lavora a Teggiano.

 
 
 
Marco Cappelli Acoustic Trio + Daniele Del Monaco.jpg

Marco Cappelli Acoustic Trio and Daniele Del Monaco

PSYCHOPLUM! è un'opera multimediale composta da Daniele Del Monaco (geniale compositore e tastierista Italiano) per un quartetto formato dal Marco Cappelli Acoustic Trio (con Marco Cappelli, chitarra - Ken Filiano, contrabasso e Satoshi Takeishi, percussioni) più Del Monaco alle tastiere.

La complessità della partitura , così come la tecnologia multimediale prevista, rendono indispensabile, per portare il progetto a compimento, un intenso ritiro di studio: per questo siamo onorati di essere stati prescelti da BACAS 2018 come musicisti-in-sede al Castello Macchiaroli di Teggiano.

Per la bio dei singoli musicisti vai alla pagina degli Eventi

 
 
 
Screen Shot 2017-12-27 at 17.05.00.png

Rossella Siani con VAHA (Virtual Architecture Handcraft Art)

Rossella Siani è architetto con un dottorato in tecnologie dell’architettura e si occupa principalmente di fabbricazione digitale e di design parametrico. È docente associato all’università Federico II di Napoli e vice redattrice della rivista scientifica internazionale SMC (Sustainable Mediterranean Construction). Le opere di Rossella trascendono i confini dell’architettura in senso stretto, e comprendono elementi di design e di analisi di sistema, come è evidente dalle strutture innovative dei mobili da lei creati e dalle sue installazioni sistemiche. Rossella è autrice di diversi articoli scientifici apparsi su prestigiose riviste di settore e in conferenze internazionali. Ha vinto concorsi internazionali sia nel campo dell’architettura sia in quello dell’arte, come Life in a Day (2008) prodotto da Ridley Scott, e Ecoismi (2016), un evento internazionale di arte contemporanea. 

 
 
 
TizianaM05.jpg

Tiziana Rinaldi Castro

Originaria di Sala Consilina, uno dei diciotto paesi del Vallo di Diano, Tiziana Rinaldi Castro abita a New York dal 1984. È autrice di romanzi e racconti brevipoetessa e docente di studi classici alla Montclair State University. Ha pubblicato tre romanzi in Italiano, Il lungo Ritorno (2001), Due cose amare e una dolce (2007), e Come della rosa (2017), una raccolta di poesie, Dai morti (1992) e diversi racconti brevi apparsi in antologie italiane e statunitensi. Tiziana ha appena completato la stesura del suo primo romanzo in lingua Inglese. È sposata, ha due figlie e vive a Brooklyn.

 
 
 

Denver Buston

Denver Butson ha pubblicato quattro raccolte di poesie, tra cui the sum of uncountable things (la somma delle cose non quantificabili) nel 2015 e pubblicherà un quinto volume, The Alibis of Scarecrows (Gli alibi degli spaventapasseri), nel corso del 2018. Più di cento delle sue poesie sono apparse su riviste letterarie e antologie di prestigio, tra cui The Yale Review e The Ontario Review. Denver presenta spesso le proprie poesie al programma Writer’s Almanac di National Public Radio, l’emittente culturale per eccellenza negli Stati Uniti, e ha al suo attivo prestigiose borse di studio e nomine a premi letterari. Come poeta, collabora spesso con musicisti, pittori, scultori, registi, attori e altri artisti nel tentativo di accorciare le distanze tra le diverse discipline artistiche: per lui, relegare le poesie tra le pagine di un taccuino equivale a limitarne le capacità espressive. Denver ha insegnato letteratura e scrittura creativa a vari livelli di pubblica istruzione oltre che attraverso la sua attività individuale Writer’s Writing; ha inoltre curato mostre d’arte, letture pubbliche e simposi ed è stato direttore creativo di ONLUS nel settore artistico. Abita a Brooklyn con la sua famiglia.

 
 
 
1002-2018-0754287439624826308.jpeg

Pietro Costa

Nato a Sant’Arsenio, uno dei diciotto paesi che costituiscono il Vallo di Diano, Pietro è emigrato a New York con la sua famiglia nel 1972. Ha iniziato la sua carriera d’artista nel 1978, partecipando a mostre di gruppo e personali in America e in Italia: il Guggenheim vanta, nella sua collezione, alcune delle opere di Costa. Tra il 1982 e il 1996, Pietro ha collaborato con numerosi artisti e curatori al museo Guggenheim nell’allestimento e curatela di centinaia di mostre in tutto il mondo. Ha anche partecipato in prima persona alla realizzazione del Guggenheim Soho e del Guggenheim di Bilbao. Ha assistito lo scultore Richard Serra per tre anni nella produzione, progettazione ed esposizione dei suoi lavori su larga scala. Nel 2003 e nel 2006 ha presentato le sue opere alla Certosa di San Lorenzo a Padula e, sempre nel 2003, ha fondato Luquer Street Projects, una nonprofit volta alla promozione di attività artistiche interdisciplinari, progetto che ha gettato le basi per la fondazione di BACAS.